NEWS
25/04/2024

Campi Flegrei in fermento: sismi in aumento e monitoraggio

Nella zona dei Campi Flegrei la possibilità di un’eruzione a lungo termine è pari all’11%: in particolare, un’eruzione esplosiva ‘piccola’ può essere ipotizzata intorno al 60%, ‘media’ al 25% e ‘grande’ al 4%.

I livelli di monitoraggio non registrano anomalie, ma si tratta di fenomeni naturali e quindi affetti da un certo tasso di imprevedibilità.

Sta di fatto che i sismi legati al bradisismo ai Campi Flegrei sono in aumento: 4.488 negli ultimi 12 mesi e 880 solo nel mese di giugno.

È dal 2012 che i Campi flegrei sono entrati in un livello di allerta gialla, di attenzione, che precede quelli arancione e rosso, di preallarme e allarme. La fase di attenzione richiede un maggior monitoraggio oltre che una costante informazione ai cittadini: se si dovesse passare alla fase di preallarme, verrebbe dichiarato lo stato di emergenza che porterebbe all’allontanamento dalle zone a rischio di oltre un milione di cittadini verso punti prestabiliti, secondo un piano di esodo rimodulato di recente dal Comune di Pozzuoli e dalla Regione Campania.

Condividici sul tuo social!