Radio Club 91

Un successo tira l’altro

Radio Club 91

Un successo tira l’altro

Radio Club 91

Circa Francesca Saveria Cimmino

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Francesca Saveria Cimmino ha creato 95 post nel blog.

Ischia: un’altra ferita

Frana a Ischia: otto le vittime accertate,  quattro i dispersi; più di 200 sfollati. In 20 ancora isolati senza acqua né luce. Disposto lo stato di emergenza. Stanziati 2 milioni. La procura di Napoli ha aperto un fascicolo relativo alla frana; l’inchiesta della procura risponde alla plausibile accusa di “Disastro colposo”. Per ora nessun iscritto nel registro degli indagati

Il capo della protezione civile Fabrizio Curcio è da giorni a Ischia, sul luogo del disastro nel comune di Casamicciola. Mentre si continua a scavare nel fango per cercare i dispersi e si piangono le vittime, di cui tre bambini, Curcio analizza la situazione globale del Paese, e i numeri sono drammatici. “Il 94% dei Comuni, ovvero 7.400 centri, – spiega Curcio – è a rischio di alluvioni, frane, erosioni costiere: sono state recentemente censite 625 mila frane di cui un terzo a cinetismo rapido. L’Italia è tutta a rischio. Fatichiamo a fare una classifica perché il pericolo è molto esteso”.

“I problemi – prosegue Curcio – sono tre: abusivismo, mancati investimenti e scarsa manutenzione. Sono come le tre gambe di uno stesso tavolino, hanno tutte la loro importanza. Bisogna rispettare di più il rischio e non cedere ad atteggiamenti irresponsabili”.

Intanto Simonetta Calcaterra, l’attuale commissario prefettizio del Comune di Casamicciola, assumerà anche la funzione di commissario straordinario dopo la dichiarazione dello stato di emergenza deciso dal governo Meloni.

“È successo una Casamicciola” si dice spesso in Campania per indicare un disastro. Il riferimento è al terremoto del 1883 che colpì Ischia: oltre 2.300 vittime. Da allora però alla fragilità morfologica dellʼisola si è aggiunta la mano sconsiderata dellʼuomo che ha costruito senza regole. “Una casa su due a Casamicciola è abusiva” ha detto il leader dei verdi Angelo Bonelli.

La Caritas di Napoli ha avviato una raccolta a favore degli sfollati di Casamicciola. Il punto di riferimento è il Binario della Solidarietà in via Taddeo da Sessa, nei pressi della stazione ferroviaria di Napoli. Si chiedono tute per bambini dai 2 ai 12 anni e gli indumenti per ogni fascia d’età.

Accadeva oggi, 31 anni fa: l’addio di Freddie Mercury

In questo giorno, ci lasciava Freddie Mercury ma “Show must go on” è rimasta nel cuore di migliaia di persone insieme a moltissimi altri tormentoni. Era il 24 novembre 1991. Il leggendario cantante dei Queen, icona del rock mondiale, si spegneva a Londra,  lasciano un patrimonio artistico e musicale immenso. A 31 anni dalla sua morte nasce una nuova biografia: Queen – As It Began. La biografia ufficiale (EPC Editore) con la prefazione di Brian May, scritta a quattro mani da Jacky Smith e Jim Jenkins che esamina la straordinaria carriera dei Queen completando la storia dell’era Mercury e descrive gli anni immediatamente successivi alla sua morte. Un modo per ripercorrere i momenti della leggendaria band che ha fatto la storia della musica.

Ripercorrendo il cammino di ogni membro della band, dall’infanzia ai primi tentativi musicali, il libro Queen – As It Began racconta esattamente come si è formato il gruppo e come siano arrivati a fare il tutto esaurito negli stadi durante i tour internazionali con i loro esplosivi spettacoli dal vivo.

Di |2022-11-24T09:12:58+01:0024/11/2022|Musica, News|0 Commenti

Natale, caro-bollette, turismo: arrivano le ordinanze del Comune a San Gregorio Armeno

Forse mancherà qualcosa in questo Natale. Un po’ di poesia, di magia. Forse, banalmente, luce. Quest’anno, con molta probabilita’, le luminarie di Natale non saranno accese a San Gregorio Armeno, famosa via del centro storico di Napoli dove ogni anno si ripete la fiera di presepi. A stabilirlo è il Comune che ha annunciato che in giro per la città saranno posti soltanto dei simboli, per celebrare comunque le festività natalizie ma senza influire sul bilancio comunale. La causa è il caro-bollette. 

Prontamente è arrivato lo sfogo arriva lo sfogo di alcuni artigiani: “Se passeggi per Napoli e trovi le luminarie sembra una giornata normale, non sembra Natale. Agli occhi dei turisti perdiamo tanto, non vedono quella spettacolarità di quando illuminiamo Napoli. C’è meno attrazione, meno atmosfera. È un po’ brutto, manca qualcosa sicuramente”, questo il loro commento.

Altra novità: il Comune predispone il senso unico pedonale. In questo modo si garantirà una migliore viabilità in questa strada che sarà invasa da cittadini e turisti.

Caserta: la Reggia si trasforma, ancora, in un set internazionale

“L’Istituto museale, sempre impegnato nella sua opera di grande attrattore culturale e turistico, pone grande attenzione alle possibilità di ricaduta positiva delle sue attività sulla città e il circondario, consapevole del valore che i suoi pubblici, nella loro accezione più ampia, possono avere per il territorio“. Questo uno stralcio del comunicato con cui si comunica che da sabato 26 novembre a sabato 3 dicembre, la Reggia di Caserta ospiterà una produzione cinematografica internazionale. Il Museo condividerà i suoi spazi con i set e i lavoratori del mondo dello spettacolo, facendo conoscere al mondo la meraviglia dei suoi spazi anche dal piccolo e grande schermo.

Una società di produzione cinematografica e televisiva britannica realizzerà delle riprese cinematografiche per una importante serie tv. La troupe, composta da personale italiano ed internazionale, arriverà a toccare circa 350 componenti nelle giornate di maggior impegno, oltre alla presenza di circa 200 comparse provenienti dalle province di Napoli e Caserta che verranno coinvolte nell’arco delle riprese.

Diverse le realtà locali che sono state coinvolte nel progetto per la fornitura di beni e servizi per la produzione. Il personale tecnico e gli attori alloggeranno interamente sul territorio casertano. Diversi alberghi occupati dalla produzione per una stima di oltre 4300 notti passate nelle varie strutture.

La Reggia di Caserta, che ha una lunga tradizione di set cinematografici e televisivi, è una scelta privilegiata per le produzioni nazionali e internazionali. Come si potrebbe non scegliere cotanto patrimonio?

Lotta alla criminalità: domani il ministro Piantedosi in prefettura a Napoli

La grave crisi economica conseguente alla pandemia e alla guerra in Ucraina ha peggiorato notevolmente le condizioni di vita dei cittadini e aumentato, in modo esponenziale, azioni criminali. Per arginare atti e fenomeni che destabilizzano e preoccupano, il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, domani mattina, alle 10.30, sarà in Prefettura a Napoli per partecipare al Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, convocato dal Prefetto di Napoli, in cui si discuterà della situazione della sicurezza nell’area metropolitana. Al termine il Ministro Piantedosi terrà un incontro con la stampa.

La situazione dell’ordine pubblico, già non semplice da gestire, ha bisogno di una organizzazione più puntuale e precisa anche in vista delle festività di Natale, periodo in cui si prevede una forte affluenza di turisti.

 

Di |2022-11-17T11:18:00+01:0017/11/2022|News|0 Commenti

Movida: a Napoli nasce il delegato della notte

Novità assoluta, una figura mai avuta prima e che nasce a seguito dei numerosi episodi incresciosi che si sono verificati sul territorio partenopeo. E’ stato approvato il nuovo regolamento per la Civile Convivenza a Napoli che regola il fenomeno della movida introducendo il delegato della notte. Si occuperà degli aspetti legati al fenomeno della vita notturna per conto del Comune di Napoli, individuando insieme alle associazioni di categoria risposte mirate alle esigenze di ciascun territorio. Il regolamento, tra le altre cose, prevede anche l’introduzione di criteri specifici per delimitare gli spazi di occupazione delle attività commerciali oltre all’utilizzo dei livellatori di suono per contenere l’inquinamento acustico. Sarà istituita anche una Consulta della notte.

Il testo, illustrato dall’assessora alle Attività Produttive Teresa Armato, ha ottenuto la maggioranza dei voti in aula. Le nuove regole dovrebbero entrare in vigore a partire dal 1 dicembre 2022. Intanto nei prossimi giorni sarà discussa anche la delibera di “Polizia di Sicurezza Urbana” per regolare il sistema delle sanzioni.

Blitz antiterrorismo: quattro arresti in Campania

Nelle provincie di Napoli, Caserta e Avellino, la Polizia di Stato di Napoli, su delega del Procuratore della Repubblica partenopea, sta eseguendo un’operazione antiterrorismo, condotta dalla DIGOS, dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e dal Servizio Polizia Postale e Comunicazioni, con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 4 soggetti.

Le quattro persone gravemente indiziate di appartenere a un’associazione con finalità di terrorismo di matrice neonazista, suprematista e negazionista. Un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria è stato notificato a Roma a una persona indiziata di propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa. In corso una trentina di perquisizioni personali domiciliari ed informatiche ìin tutta Italia.

 

 

Napoli violenta: altra aggressione ai danni del consigliere Francesco Emilio Borrelli

La sera di venerdì, mentre faceva ritorno a casa, il consigliere regionale della Campania e parlamentare, Francesco Emilio Borrelli, è stato investito sotto casa da una persona a bordo di una moto. A renderlo noto è stato lo stesso Borrelli che ha annesso: “sono stato salvato da un tassista”.

Borrelli ha raccontato che si trovava davanti al suo garage, intento a parcheggiare lo scooter, quando una persona in moto con casco integrale lo ha investito “di proposito”. Il forte impatto ha fatto cadere il consigliere, che è rimasto incastrato tra il suo scooter e un’impalcatura. A quel punto l’investitore si è affiancato a Borrelli, si legge nella sua nota, “ma fortunatamente è sopraggiunto un tassista che si è fermato a prestare soccorso, pensando ad un incidente stradale, e proprio mentre il tassista aiutava Borrelli a rialzarsi, l’uomo in sella alla moto si è dileguato a tutta velocità”. Una vicenda, dice il consigliere, “dai contorni inquietanti che non fa escludere la pista di una vendetta trasversale”.
Nell’ultimo periodo Borrelli aveva denunciato le occupazioni abusive, da parte degli esponenti di un clan di camorra, all’interno di un palazzo storico di Pizzofalcone. La sua denuncia ha poi fatto scattare gli avvisi di sfratto per le famiglie che si trovano abusivamente all’interno dello stabile.

Legambiente e Ambiente Italia: Caserta è la provincia più green della Campania

Buone notizie per Caserta: è la più green della Campania e guadagna 34 posizioni rispetto agli scorsi anni. Nel 2016 infatti si trovava al 101esimo posto con un punteggio del 31,1%, ora è al 67esimo con il 49,6%, in pratica a metà classifica. Lo dice il 29esimo rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente e Ambiente Italia, realizzato in collaborazione con Il Sole 24 Ore.

In una nota del Comune di Caserta, si spiega che “la classifica si basa su 18 parametri raggruppati in cinque macroaree: aria, acqua, rifiuti, mobilità, ambiente. Ci sono poi degli indicatori particolarmente favorevoli. Caserta è al quarto posto in Italia per il minor numero di vittime della strada (morti e feriti ogni 1000 abitanti) nel settore mobilità, è al 24esimo posto per la concentrazione media di biossido di azoto nell’aria, è al 34esimo posto per passeggeri trasporto pubblico (l’indicatore valuta il numero di viaggi per abitante all’anno) ed è al 38esimo posto per tasso di motorizzazione (auto circolanti ogni 100 abitanti), sempre nel comparto mobilità”.

Mala-movida, la Questura: ai protagonisti di risse divieto di accesso ai locali

Per contrastare la mala-movida, caratterizzata da azioni illegali, risse, soprusi e violenza arrivano i provvedimenti dalla Questura di Napoli; atti attraverso i quali si spera si possa arginare il problema. Il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano, ha emesso tre provvedimenti di Divieto di accesso ai pubblici esercizi o locali di pubblico trattenimento, della durata di 8 mesi, nei confronti di altrettante persone tra i 20 e i 21 anni che sono state denunciate in quanto, nella notte tra l’8 e il 9 agosto scorsi, avevano partecipato ad una rissa nei pressi di un bar in via Porto ad Ischia. Inoltre, altri quattro provvedimenti, della durata di un anno, sono stati adottati nei confronti di quattro napoletani tra i 20 e i 55 anni che sono stati denunciati per rissa poiché, lo scorso 28 luglio, all’esterno di un locale in piazza Trieste e Trento a Napoli si erano colpiti anche con delle sedie.

Infine due provvedimenti, della durata di uno e tre anni, sono stati emessi nei confronti di un 31enne che lo scorso 20 maggio, in largo San Marcellino, era stato arrestato per detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e di un 47enne che il 19 ottobre scorso, in piazza Municipio, era stato arrestato per lo stesso reato.

Nei casi sopracitati i destinatari dei provvedimenti non potranno avvicinarsi alle strade in cui si sono verificati i fatti.
Torna in cima