NEWS
23/04/2024

Sanremo, Beppe Vessicchio: “gli orchestrali prendono una miseria!”

Sembrano interminabili le polemiche sulla 73esima edizione del Festival di Sanremo. Prima Blanco, Fedez, poi Rosa Chemical, la Ferragni. A ciò si è aggiunto Beppe Vessicchio. Ne ha parlato Il Fatto Quotidiano di oggi che a sua volta ha riportato l’Avvenire dove il Maestro ha parlato dell’orchestra, dei turni estenuanti e delle paghe – troppo basse dei musicisti. Testualmente, è stato detto: “La serata del giovedì è terminata alle 2 di notte. Ebbene, quei musicisti con che energie si possono ripresentare alle 11 del giorno dopo per provare fino alle 19 e poi rispondere puntuali alla convocazione della serata delle cover alle 20.15, andare in scena e tirare fino anche alle 3?”.

Questa la domanda retorica e legittima che pone il Maetro amatissimo dall’Ariston e poi ancora annette: “Ho chiesto ad Amadeus: ‘Ma lo sai quanto guadagna un violinista laureato?’ Lui sincero mi ha risposto, ‘Non lo so’. Gli ho ribattuto ‘Informati e poi mi dirai…’ A voi invece lo dico: per 5 settimane lavorative un orchestrale di Sanremo percepisce 2mila euro netti. È indecente, una paga da fame”. Vessicchio poi chiosa ricordando che Sanremo, da che aveva un’orchestra sinfonica di 110 professori, ora ne ha intorno ai 30 e quindi, in teoria, si potrebbe fare uno sforzo in più.

 

Condividici sul tuo social!