NEWS
23/04/2024

Orrore in mare a Torre Annunziata: prime notizie sul cadavere. Non si esclude alcuna pista

Nel pomeriggio di ieri la scoperta macabra e amara. Nelle acque di Torre Annunziata è stato ritrovato il corpo senza vita di un uomo al cui collo era stata legata una corda che dall’altro lato aveva una pietra che faceva da contrappeso presumibilmente per evitare che potesse risalire a galla. Era già in stato di decomposizione. Forse era stato strangolato e poi gettato in mare. Forse perché le indagini sono in corso e non si esclude nessuna pista. Quel che nelle ultime ore è stato precisato è che si tratta di una persona che avrebbe tra i 35 e i 40 anni e sul polso due lettere tatuate. Due emme.

Si parte da questi elementi per fare luce sul come, quando, chi e perché. Le indagini sono affidate ai carabinieri: l’ipotesi del suicidio non viene scartata, ma si indaga anche per omicidio. Da una prima ispezione non sarebbero emersi segni di violenza evidente che potrebbero essere la causa del decesso ma sono state rinvenute ferite alla testa e alle braccia compatibili con una colluttazione. La dinamica della morte è ancora al vaglio degli investigatori. In queste ore i carabinieri stanno setacciando anche le denunce di persone scomparse delle ultime settimane, alla ricerca di eventuali corrispondenze.

Condividici sul tuo social!