NEWS
26/05/2024

Sanità in Campania: a breve i presidi…l’ultima speranza?

Dopo la scia di violenze che in Italia, e in Campania, hanno colpito ripetutamente il personale medico e sanitario sembrerebbe essere arrivato un provvedimento dopo tanta insistenza: i drappelli di polizia negli ospedali napoletani. L’accelerata in tema di sicurezza dovrebbe essere una delle priorità del Ministro dell’Interno e fu lui stesso a indicarla tra le esigente e urgenze. Matteo Piantedosi affermò: «Dobbiamo rafforzare, o istituire, presidi di polizia a partire dagli ospedali di maggiore importanza».

Così dovrebbe essere operativo dal primo marzo il presidio all’interno dell’ospedale Vecchio Pellegrini, dove si sono svolti gli ultimi gravosi episodi; poi dovrebbe essere il turno dell’Ospedale del Mare a Ponticelli e del Cardarelli, la più grande azienda ospedaliera del sud Italia, entrambi considerati presidi ad alto rischio per l’incidenza dei raid di violenza e di atti vandalici.

Una doppia speranza dunque: la prima è che dai fatti si passi concretamente e celermente alle parole; la seconda è che con i presidi si interrompi per davvero questa vergognosa abitudine.

Condividici sul tuo social!