NEWS
25/04/2024

Il caso di Rosa Gigante, domani l’udienza di convalida

“Non so perché sia successo”. Questo il commento durante “Porta a Porta” del tiktoker e salumiere Donato De Caprio sulla morte della madre Rosa Gigante, di cui abbiamo già parlato in precedenza su Radioclub91. Una storia che ha scosso tutti, gli abitanti di Pianura in primis.

Intanto domani alle ore 11.00 ci sarà l’udienza che stabilirà se l’imputata di 47 anni Stefania Russolillo, la vicina della vittima di 72 anni, avrà la convalida del fermo o meno. Sarà anche l’occasione per quest’ultima per rendere per la prima volta dichiarazioni dinanzi al Gip dopo essere stata ascoltata dalla Squadra mobile e dal sostituto procuratore titolare del fascicolo, Maurizio De Marco.

Non è stata ancora fissata, invece, la data dell’autopsia sul corpo della vittima. Al momento gli unici dati che si conoscono sono legati al tentativo di bruciare il corpo. Varie le ipotesi sull’omicidio tra esse quella su cui ha rilasciato più dichiarazioni il penalista Hilarry Sedu, legale della famiglia della vittima, ovvero il tentativo di furto. Un’ipotesi portata avanti dopo aver ascoltato diverse persone all’interno del condominio dove si è consumato il delitto. Ma è una delle ipotesi: ci sono poi i dispetti, le liti condominiali e la voglia di venire a conoscenza dei segreti del successo del figlio. Quest’ultima tesi è stata proprio scartata dal tiktoker.

Condividici sul tuo social!