NEWS
16/05/2022

Due giovani di 26 e 27 anni sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco ad Ercolano

Due giovani di 26 e 27 anni sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco ad Ercolano, in provincia di Napoli. Si tratta di due incensurati, Tullio Pagliaro e Giuseppe Fusella, entrambi di Portici. Il fatto è avvenuto in via Marsiglia. Sulla vicenda indagano i carabinieri che hanno subito escluso l’ipotesi di un agguato di camorra. È stato Vincenzo Palumbo, 53 anni, autotrasportatore con moglie e figlia, a uccidere i due giovani, studenti incensurati, probabilmente dopo averli scambiati per ladri. Con molta probabilità ieri sera Tullio e Giuseppe si sono recati a un campo di calcetto che si trova poco lontano dal luogo della tragedia. Poi sulla strada del ritorno si sarebbero fermati a scambiare due chiacchiere in auto. E il proprietario della villetta avrebbe aperto il fuoco contro di loro temendo di trovarsi dinanzi a due ladri. L’uomo, pare vittima in passato di furti, ha esploso sei colpi con una pistola detenuta legalmente. Verosimilmente posizionato frontalmente alla vettura, Palumbo ha sparato sei volte e ha centrato alla testa i due ragazzi che sono deceduti sul colpo, mentre la vettura dopo qualche decina di metri ha fatto una carambola e ha anche perso una ruota. Le ogive avrebbero infatti tutte trapassato il parabrezza e due raggiunto le due vittime.È stato proprio Palumbo ad allertare i carabinieri dicendo di avere sparato a «due ladri». L’uomo è stato lungamente interrogato dagli inquirenti ed è adesso in stato di fermo per duplice omicidio.

Condividici sul tuo social!

Meteo