NEWS
26/05/2024

Viminale, sicurezza: fondi e agenti a Milano, Roma e Napoli

Ha ascoltato la voce dei sindaci, dei prefetti e dei questori delle tre città italiane che hanno richiesto più presidi della sicurezza e più sostegni e così, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha promesso a Roma andranno complessivamente 6,5 milioni di euro, 3,7 milioni di euro a Milano e 4,6 milioni a Napoli. Questo l’esito della videoconferenza di ieri. Stando a Napoli, a quanto si apprende, l’amministrazione comunale con questi fondi potrebbe assumere nei prossimi mesi 150 vigili urbani, con contratto a tempo determinato, così da andare a potenziare l’organico e dunque le forze in campo a tutela della sicurezza dei cittadini.

l titolare del Viminale ha ringraziato i primi cittadini, i prefetti e i questori per lo sforzo corale messo in atto sottolineando i primi risultati delle operazioni straordinarie già effettuate. Dal 16 gennaio al 27 marzo sono state impiegate 11.413 unità delle forze di polizia, cui si sono aggiunti 981 appartenenti alle polizie municipali di Roma, Milano e Napoli e 1179 dipendenti di altri enti (aziende pubbliche, ispettorato del lavoro, Asl). Sono state controllate 103.135 persone, di cui 29.535 straniere, con 276 persone arrestate e 1384 denunciate. I controlli hanno riguardato anche 12.737 veicoli e 2.828 esercizi pubblici, ove sono stati individuati 456 lavoratori in nero o irregolari. Gli stranieri espulsi sono stati 297, dei quali 58 accompagnati presso i Centri di permanenza per i rimpatri. All’esito dell’attività di polizia, sono state anche disposte 198 misure di prevenzione personale, 43 fogli di via obbligatori e ben 155 divieti di accesso alle aree urbane. Sono state anche accertate 3321 violazioni amministrative, oltre a 617 di natura fiscale. Inoltre, sono stati sequestrati denaro, merce contraffatta o insicura (tra prodotti alimentari, abbigliamento, giocattoli e altro), stupefacenti, veicoli e armi.

Tra le nuove richieste del sindaco, anche più turni notturni e il divieto di alcool ai minori; così nella zona di Mergellina verranno riorganizzate le forze in campo con anche l’ausilio dei militari a supporto delle forze di polizia e della polizia municipale, mentre per quanto riguarda l’area di piazza Garibaldi, accanto ai controlli all’interno della stazione ferroviaria già in corso da tempo, ci saranno maggiori controlli nelle zone esterne limitrofe con un giro di vite sui fitti di alberghi, case e locali.

Condividici sul tuo social!