NEWS
16/05/2022

Raimondo, il centenario dei nostri schermi

“Se mi guardo indietro non ho pentimenti. Dovessi ricominciare, farei esattamente tutto quello che ho fatto. Tutto. Mi risposerei anche. Con un’altra, naturalmente…”. Questa era una delle battute più note di Raimondo Vianello, al pari di “L’erezione conferma la fregola”. Lui, uno dei volti della televisione italiana – ma anche uomo di cinema, teatro e radio – domani, 7 maggio, avrebbe compiuto 100 anni.

Raimondo Vianello era infatti nato a Roma il 7 maggio 1922 ed è morto il 15 aprile del 2010 a Milano. Resterà indelebile anche la scena del suo funerale in cui Sandra Mondaini, moglie e compagna di sketch, urlava disperata il suo nome. Qualche mese dopo, il 21 settembre, si sarebbe spenta anche lei.

E Vianello deve molto anche a Totò con il quale debuttò come caratterista. Al suo fianco ci sono stati inoltre Virna Lisi e l’amico Ugo Tognazzi con cui aveva un legame fortissimo.

Manca Vianello e manca Sandra, icone del riso e del talento. Auguri, ovunque tu sia e non temere, ti ricorderemo per cento, e ancora cento anni…

Condividici sul tuo social!

Meteo