NEWS
05/03/2024

Pozzuoli: la Solfatara diventa il museo del bradisismo

Attualmente il parco della Solfatara è chiuso al pubblico a seguito della tragedia del 2017. Per adesso sono stati già messi in sicurezza la metà dei sentieri e dei camminamenti, ma servono ulteriori saggi geognostici e studi approfonditi delle cavità per installare le nuove passerelle di legno, che consentiranno agli scienziati e ai turisti di poter di nuovo visitare l’affascinante sito vulcanologico. E c’è grande attesa per la riapertura, anche perché ci sono grandi progetti. «Stiamo lavorando sodo per consentire alla Solfatara di diventare un sito scientifico-didattico di interesse mondiale e, in collaborazione con altri partner del territorio tra i quali l’associazione Dialogos, abbiamo deciso di realizzare in questi spazi anche il Museo del Bradisismo». Così il presidente del Parco Regionale dei Campi Flegrei, Francesco Maisto.

Turisti, scienziati, ma anche giovani e scolaresche. In tanti vorranno visitare il museo che nascerà in uno dei locali che si trovano all’ingresso del parco. Un museo che punterà molto sulla tecnologia, sulla realtà virtuale e sul multimediale, sulla scorta delle fortunate esperienza di Città della Scienza e del Mav (Museo archeologico virtuale) di Ercolano. Contemporaneamente ai lavori, si sta formando anche il personale: almeno inizialmente saranno coinvolte le 25 guide vulcanologiche, formate da giugno scorso nel percorso abilitativo realizzato in collaborazione tra il Collegio regionale della Campania e il Parco dei Campi Flegrei.

Condividici sul tuo social!