NEWS
26/05/2024

Napoli violenta: rapine a Ponticelli e nel centro storico della città

Due episodi nel giro di pochi giorni, accomunati da alcuni fili conduttori: le minacce, le rapine, l’aggressività, le violenze. La paura, quella delle vittime che in questo caso hanno avuto il coraggio di denunciare, tempestivamente.

Un episodio è avvenuto oggi, a Ponticelli, nella periferia est. Un 57enne napoletano è stato ferito con un coltello, ieri, 20 febbraio, intorno a mezzogiorno in un’area frequentata da abitanti e negozianti. Si sarebbe rifiutato di consegnare il denaro al rapinatore, un napoletano sulla quarantina, e per questo sarebbe stato colpito con il fendente all’avambraccio.

L’uomo è stato accompagnato da un passante al Pronto Soccorso dell’ospedale Villa Betania; per lui i medici hanno stilato una prognosi di 7 giorni. Dopo le medicazioni del caso è stato dimesso.

Il 57enne avrebbe raccontato la vicenda alla Polizia e adesso si cerca l’autore della rapina. Diverso l’epilogo dell’altra storia dove il responsabile è stato individuato.

Venerdì mattina gli agenti del Commissariato Decumani, sono intervenuti in via Mezzocannone per la segnalazione di una persona rapinata. La vittima ha raccontato loro che mentre imboccava via Sedile di Porto, era stata raggiunta da un uomo che, facendo intendere di essere armato, l’ aveva minacciata di morte facendosi consegnare 120 euro per poi allontanarsi in direzione di corso Umberto I.

Nel pomeriggio della stessa giornata, i Falchi della Squadra Mobile, grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza e alle descrizioni fornite dalla vittima, hanno individuato e bloccato l’uomo il quale indossava ancora gli stessi capi di abbigliamento corrispondenti a quelli utilizzati per commettere il reato. Un 44enne napoletano con precedenti di polizia è stato sottoposto a fermo di P.G. per rapina. La convalida è arrivata stamattina.

Condividici sul tuo social!