NEWS
18/07/2024

Maneskin a Napoli: successone dopo un lustro

Mancavano a Napoli da cinque anni e hanno “spaccato tutto”, come direbbero i giovani. I Maneskin, che si sono esibiti al Palapartenope dinanzi a migliaia di persone, garantiscono fermento, energia, successi. Il gruppo romano, vincitore dell’Eurovision, ha portato nella terra partenopea il loro “Loud Kids Tour” e grandi brani, divenuti tormentoni, tra cui Zitti e buoni, Mammamia, Kool Kids, The Loneliest e Supermodel. In tanti negli anni hanno criticato, e criticano, questi quattro ragazzi per la musica o per gli outfit o per lo stile, eppure i numeri delle vendite parlano chiaro. Alcuni dei loro pezzi sono rimasti per settimane, talvolta per mesi, in classifica.

E come spesso accade quando qualcosa tira cresce il rischio di truffe e speculazioni. Anche nel caso del concerto della band (non a Napoli) si è arrivati a un caso limite con un biglietto per un posto in prima fila al concerto che è arrivato a costare la cifra stratosferica di 1.182.999 euro nel circuito del cosiddetto “secondary ticketing” e ovviamente ha fatto discutere. Il caso è finito sul tavolo dell’Autorità garante per le Comunicazioni, che ha deciso di sanzionare con una maxi multa da 12 milioni di euro la società Usa con sede anche in Svizzera che vende online biglietti per concerti, eventi sportivi e spettacoli.

Dalle indagini, svolte in collaborazione con le Fiamme Gialle, è emerso che nel 2022 si è proceduto alla vendita o comunque al collocamento sul sito web della società di titoli di accesso per 68 eventi, anche a prezzi superiori di 10 volte rispetto a quelli nominali. Oltre al concerto dei Måneskin anche Blanco, Renato Zero e Cirque du Soleil, in violazione della normativa di settore.

Condividici sul tuo social!