NEWS
15/06/2024

Chiama il 118, il citofono non funziona: cinque indagati per la morte di Aiello

Aveva 51 anni, li avrà per sempre. Aveva 51 anni e sperava di poterne vivere altrettanti ma ha avuto un malore e ha chiamato i soccorsi che però non sono mai arrivati da lui. L’ambulanza, giunta sul posto, sarebbe infatti tornata indietro poiché l’abitazione era priva di citofono. Questo è quanto è stato raccontato per giorni, nelle pagine di cronaca dei giornali campani e che riguarda il caso di Sergio Aiello, deceduto il 23 febbraio scorso a Castellammare.

Oggi su questa triste storia ci sono cinque indagati tra medici e infermieri del 118. Il pm Marianna Ricci dalla Procura di Torre Annunziata, titolare delle indagini condotte  dai poliziotti del commissariato stabiese agli ordini della dirigente Amalia Sorrentino, ha inviato gli avvisi di garanzia ai cinque in vista del’autopsia sul corpo dello sfortunato 51enne che si svolgereà nel pomeriggio di oggi. Un atto dovuto, con il quale i cinque potranno nominare dei propri periti ed avvocati che potranno assistere all’esame autoptico.

 

Condividici sul tuo social!