NEWS
26/05/2024

Champions, Milan-Napoli: una serata da dimenticare

Niente da fare. Si torna a casa con queste consapevolezze: abbiamo perso al girone di andata, al ritorno non ci sarà Anguissa (espulso stasera al 74esimo), non ci sarà Kim (ammonito anche stasera), non ci sarà Simeone e, forse, neanche Osimhen. Se il Napoli ha iniziato a giocare in 10, il Milan sembra quasi abbia giocato in 12 con un arbitro che ha sentenziato nella seconda parte, cambiando linea rispetto al principio.

La sconfitta implica che i quarti di finale di Champions League possano essere l’ultimo traguardo di un Napoli che, adesso per sperare ancora, deve riuscire solo a ribaltare tutto, con un miracolo, il 18. Bennacer ha deciso al 40′. Sono volate altre ammonizioni oltre a quelle sopra elencate, anche Di Lorenzo e Rrahmani; cartellini che hanno -casualmente?- colpito molto di più il Napoli. Il clima in campo era decisamente teso e ha portato a qualche scontro e parola di troppo, soprattutto ha portato a un vantaggio in casa dei rossoneri mai recuperato.

Un Napoli che ci ha provato, che è stato in partita, che ha mantenuto alta la dignità e la personalità. Peccato.

Condividici sul tuo social!