NEWS
26/02/2024

Scommesse non pagate: arrestati due arzanesi

Entravano nei centri scommesse, chiedevano di puntare ma poi non pagavano mai le bollette che avevano consumato. Hanno farti questo diverse volte e in diverse parti d’Italia ma alla fine sono scattati i domiciliari. Protagonisti di questa storia sono due fratelli di Arzano, adesso ai domiciliari per estorsione.

L’indagine, svolta dalle Compagnie dei Carabinieri di Aversa e Casal di Principe, era partita nel settembre 2022, a seguito delle denunce presentate dal titolare di un centro scommesse di Frignano e dal dipendente di un centro di San Cipriano d’Aversa. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti i due si sarebbero sistematicamente rifiutati di pagare, arrivando a minacciare di morte i dipendenti che chiedevano loro di regolarizzare.

Condividici sul tuo social!