NEWS
14/08/2022

Paolo Borsellino, 30 anni fa la strage di via D’Amelio

19 luglio 1992. Trent’anni fa, venne spezzata la vita del magistrato Paolo Borsellino in un vile attentato esplosivo. Quel tragico 19 luglio del 1992, persero la vita anche i cinque agenti della sua scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. L’attentato, passato alla storia come una delle più orrende stragi firmate dalle cosche, è stato compiuto alle 17 in punto, in via Mariano D’Amelio. Quando l’artificiere di Cosa Nostra attivò il radiocomando che fece saltare in ara l’automobile imbottita di esplosivo.

La risposta ferma e orgogliosa di Palermo, e dell’Italia intera, a Cosa Nostra è tutta in una frase che campeggiava dai lenzuoli appesi alle finestre e che è rimasta famosa: “Non li avete uccisi: le loro idee camminano sulle nostre gambe”.

Condividici sul tuo social!

0:00
0:00

Meteo