NEWS
27/11/2022

Napoli, l’incubo del trasporto pubblico in estate. Aumenta il prezzo del biglietto

A Napoli, le parole estate e trasporto pubblico non vanno d’accordo. Come ogni anno, le aziende del tpl tagliano corse e sopprimono linee per far fronte a ferie e ataviche carenze di personale. Ma l’estate 2022 appare cominciata con auspici peggiori delle precedenti. A fronte della riapertura post-pandemica e dell’invasione di turisti, si parla di 5 milioni di visitatori, i mezzi di trasporto locali non sembrano reggere il passo. E c’è chi assicura che nelle prossime settimane verrà annunciato anche l’aumento dei titoli di viaggio.

Dal 9 luglio, per esempio, la Circumvesuviana ha annunciato che garantirà soltanto 156 corse al giorno. Si pensi che l’anno di esercizio era cominciato a settembre con 264 corse, ridotte via via con il passare dei mesi. L’azienda ha soppresso per tutta l’estate la linea Napoli-Poggiomarino.

La situazione non è migliore in Anm. Per la linea 1 della metropolitana gli orari non sono cambiati perché, di fatto, da due anni si procede con l’orario estivo anche nei mesi invernali: con soli sei treni di piccola dimensione. Per quanto riguarda i mezzi di superficie – spiegano dal sindacato – E’ facile prevedere una riduzione del 20-30 per cento delle corse per far fronte alle ferie del personale.

La situazione peggiore si ha con gli Alibus. Per incrementare il servizio dall’aeroporto, gli autisti interinali saranno impiegati anche nel loro giorno di riposo.

Secondo i rumors, aumenteranno i ticket di tutte le aziende: quello di Anm dovrebbe passare da 1,10 euro a 1,30, quello della Circum da 1,30 a 1,50.

Condividici sul tuo social!

0:00
0:00

Meteo