NEWS
31/01/2023

Leopardi, una nuova lettera alla Biblioteca nazionale di Napoli

«Caro Peppino, veramente le amicizie o non si dovrebbero mai stringere, o strette che fossero non si dovrebbero mai rompere. Sono però ben certo e bene persuaso che la colpa in ciò non sia stata vostra». Così scriveva Giacomo Leopardi, spedita da Recanati il 29 agosto 1823, al cugino, il marchese Giuseppe Melchiorri a Roma. Ora questa lettera autografa a carattere privato è stata acquisita dallo Stato e consegnata alla Biblioteca Nazionale di Napoli. Merito del ministero della Cultura che ha esercitato il diritto di prelazione assicurandosi l’autografo edimpedendo che venisse venduto a privati. La missiva va ad arricchire ancor più il fondo leopardiano della Biblioteca nazionale di Napoli, che custodisce in originale l’opera del poeta e gran parte delle corrispondenze.

Condividici sul tuo social!

0:00
0:00

Meteo