NEWS
05/03/2024

Jabil: domani a Roma l’incontro con il Ministero. Ultima speranza?

Chissà con quale stato d’animo partiranno i lavoratori dello stabilimento di Marcianise della multinazionale dell’elettronica Jabil che domani  a Roma, in mattinata saranno ricevuti presso il Ministero Made in Italy (Mimit) per la vertenza relativa all’annunciata decisione di Jabil di licenziare 190 dipendenti del sito casertano. Quello di domani potrebbero essere l’ultimo confronto istituzionale prima della scadenza del 28 febbraio, ultimo giorno di cassa integrazione dopo il quale l’azienda sarà libera di iniziare ad inviare le lettere di licenziamento.

I lavoratori da inizio mese stanno effettuando scioperi a scacchiera – ogni giorno un’ora per turno – ma la situazione non si è sbloccata, nonostante nel mese di febbraio la cassa integrazione fosse stata prorogata proprio per trovare alternative ai licenziamenti. Tra i lavoratori dello stabilimento di Marcianise filtra pessimismo su eventuali soluzioni dell’ultima ora, c’è la quasi certezza che il 28 febbraio scadranno i termini della cig senza che nulla accada.

La speranza è l’ultima a morire, si dice. Intanto domani al tavolo romano ci saranno anche l’azienda Tme di Portico di Caserta ed Invitalia, società del Mef, che insieme avevano intenzione di assumerne 140 lavoratori dalla Jabil nei prossimi mesi.

Condividici sul tuo social!