NEWS
15/06/2024

Faida a Pianura, è morto Antonio Gaetano

Due destini simili ma, al contempo, due storie differenti. Entrambi di Pianura, entrambi sparati a Mergellina a distanza di una settimana o poco più; entrambi giovanissimi ed entrambi morti. La differenza è che Francesco Pio Maimone – i cui funerali si terranno sabato, cioè domani,  alle ore 15,30 nella chiesa di San Lorenzo Martire a Pianura, dove viveva con la famiglia e sarà presente il sindaco Manfredi – era una vittima innocente uccisa per errore da Francesco Pio Valda. L’altra storia invece è quella di Antonio Gaetano, un 19enne ucciso perché quello era il suo destino, perché aveva scelto di appartenere alla malavita e quindi doveva finire. Una sentenza stabilita dai suoi killer che lo colpirono all’addome e alla testa.

Secondo gli inquirenti, Gaetano, alias “plasmon”, sarebbe infatti era un elemento di vertice del clan Calone-Marsicano-Esposito del quartiere Pianura. Già si era salvato altre volte; una, nell’agosto del 2022, quando rimase ferito a una gamba e a un piede durante un altro agguato. L’altra, lo scorso 2 marzo ignoti spararono diversi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo della sua abitazione. E, come si suol dire, non c’è due senza tre solo che l’ultima è stata decisiva. Dopo undici giorni in cui ha lottato, alla fine ha perso la sfida più importante: quella con la vita.

Condividici sul tuo social!